Stoccaggio rottami

stoccaggio rottamiLa Bertorelli srl è un’azienda a conduzione famigliare che vanta trent’anni di esperienza nella lavorazione e nello stoccaggio di rottami ferrosi e non ferrosi.

La fase di stoccaggio dei rottami o messa in riserva è caratterizzata dalla raccolta dei materiali e dal trasporto degli stessi presso il nostro deposito per poter poi effettuare tutta una serie di operazioni per il recupero dei rottami e la loro trasformazione in materie prime secondarie.

Prima che i rottami vengano definitivamente stoccati nel nostro deposito si eseguono una serie di processi di controllo a seconda del tipo di materiale. Per prima cosa i rottami vengono separati per tipo di materiale, poi vengono pesati e se necessario vengono sottoposti a riduzione volumetrica. In un secondo momento i rottami, così trattati, vengono sistemati in cumuli oppure disposti all’interno di containers specifici aperti o altri tipi di contenitori. Alcuni tipi di rottami vengono lasciati all’aperto, mentre altri vengono collocati all’interno di capannoni.

La sistemazione dei rottami all’interno delle nostre strutture varia a seconda di criteri specifici e di esigenze di spazio. Una volta ubicati i vari materiali nelle aree predisposte, l’attività di deposito dei rottami è conclusa. All’interno del nostro deposito sono presenti una serie di macchinari tra cui presse, ragni, trance ed escavatori gommati che ci permettono di ottimizzare lo stoccaggio e il deposito dei rottami. Inoltre disponiamo di tutti i permessi e le autorizzazioni ambientali per l’attività di stoccaggio dei rottami.

Prima di procedere allo stoccaggio rottami vengono svolti dei controlli che si differenziano in base al materiale oggetto di valutazione.


PROCESSI DI CONTROLLO ROTTAMI

Al fine di garantire un servizio ottimale, i rottami sono suddivisi in base al tipo di materiale e al relativo peso. Un perito metallurgico effettua un'analisi specifica all'interno di un apposito laboratorio utilizzando strumenti come ad esempio portali radiometrici, quantometro, pistola a raggi e forni ad induzione per fondere i campioni metallici.


STOCCAGGIO ROTTAMI

Per effettuare un corretto stoccaggio di rottami è necessario avere a disposizione uno spazio adeguato che consenta di dedicare ad ogni tipo di materiale un'area preposta. La fase di stoccaggio è propedeutica al successivo riciclo e di conseguenza utilizzo dei vari materiali, rivestendo quindi un importante ruolo dal punto di vista sociale. Generalmente questa procedura avviene tramite una riduzione del volume e selezione e cernita manuale o a vista.

I rottami possono essere ferrosi o non ferrosi, per via dell'importante valore economico sono continuamente sorvegliati. Le attrezzature maggiormente utilizzate per lo stoccaggio rottami sono pre-macinatori, presse automatiche e vani tecnici per carroponte e pompa sommersa. I rottami ferrosi e non ferrosi non necessitano inoltre di particolari lavorazioni in quanto rispettano in modo adeguato quanto stabilito dalla normativa europea.

La procedura da seguire per effettuare lo stoccaggio rottami prevede quindi le seguenti fasi: cernita, classificazione dei rottami, tranciatura, cesoiatura e pressatura. Importante è l'utilizzo di apparecchiature che rilevano l'eventuale presenza di fonti radioattive. Le operazioni di stoccaggio sono principalmente le seguenti: big-bags, fusti su bancali , conteiners, cumuli su piazzale esterno e sotto tettoie. I materiali a contatto con i rottami non permettono la fuoriuscita di eventuali emissioni e sono spostati attraverso pale meccaniche gommate, ragni e merlo gommato. La pavimentazione della struttura è di tipo industriale e presenta le specifiche tecniche necessarie per lo stoccaggio.


PERMESSI E AUTORIZZAZIONI

A tutela dell'ambiente e della salute lo stoccaggio dei rifiuti deve avvenire rispettando quanto stabilito dalla normativa vigente in materia di gestione dei metalli ferrosi e non. Per questo motivo l'azienda Bertorelli segue una determinata Politica Ambientale prendendo spunto da quanto stabilito dalle norme UNI EN ISO 14001 e ISO 9001.